//
stai leggendo...
Esteri, Guerre, Mondo, Politica

USA negano il visto a suora cattolica che avrebbe dovuto testimoniare sulle atrocità ISIS

Cattura
Gli opinionisti conservatori si sono sollevati per la decisione del Dipartimento di Stato di negare il visto ad una suora cattolica che faceva parte di una delegazione irachena e che avrebbe dovuto testimoniare davanti al Congresso in merito alle atrocità perpetrate dallo Stato Islamico (ISIS). Il consolato americano a Erbil ha da poco respinto la domanda di visto adducendo la motivazione che “non è stata in grado di dimostrare quanto il suo impegno da svolgere negli Stati Uniti sarebbe stato coerente con la classificazione del visto richiesto”.
Sister_Diana_Momeka_OP
Stranamente però, il visto è stato concesso a tutti gli altri membri della delegazione che ha in programma di parlare a Washington sulle persecuzioni a danno delle minoranze religiose da parte dello Stato Islamico, tra cui sciiti e Yazidi. I gruppi di testimoni è previsto debbano riunirsi di fronte alle commissioni sulle relazioni estere di Camera e Senato, funzionari del Dipartimento di Stato, ufficiali USAID e diverse ONG. Suor Diana è un membro delle domenicane di Santa Caterina da Siena, un ordine che fa risalire la sua presenza in Iraq fin dal XII secolo,che in questi mesi ha rappresentato un valido soccorso per i cristiani che sono stati uccisi e deportati dallo Stato Islamico.
In un editoriale sul National Review Online, Nina Shea, del Center Hudson Institute per la liber religiosa, domanda quali siano le motivazioni del Dipartimento di Stato per aver negato a Suor Diana un visto. Secondo Shea, i funzionari consolari avrebbero negato il visto perché Suor Diana viene considerata una “rifugiata” (IDP, Internally displaced person), e quindi potrebbe essere in cerca di asilo negli Stati Uniti. “Suor Diana ha presentato numerosi documenti che attestavano la natura del suo viaggio e il carattere temporaneo della sua visita”, attesta il Priore del suo ordine, così come lettere di suoi “sponsor”: il Babel College di Filosofia e Teologia di Erbil e l’Institute for Global Engagement “Ha altresì ricevuto una lettera di approvazione per la sua visita dal Rappresentante Anna Eshoo (DCalif.), che copresiede il Congresso sulle minoranze religiose in Medio Oriente”. “Eppure, i funzionari consolari o hanno pensato che fossero tutti crediti fasulli, o che Suor Diana stesse complottando per ingannare i suoi amici e sostenitori insieme al Governo degli Stati Uniti”, ha concluso Shea.
cna_551c2d513ef5f_52133_1430896564

Campo di Sharia, Duhok – Iraq

“Siamo rimasti scioccati e delusi quando l’abbiamo saputo”, dichiara Elyse Anderson del Wilberforce Initiative al Washington Times. Altri osservatori si sono fatti carico della situazione di suor Diana mettendo in dubbio la motivazione ufficiale dei funzionari statunitensi, sottolineando come fosse lunico cristiano nella delegazione, e l’unico membro ad aver ottenuto un divieto di entrata negli USA anche se la suora cattolica non sarebbe stata l’unica rifugiata della delegazione altri che ne fanno parte (gli Yazidi) a causa dellISIS si trovano nella sua condizione e sono stati autorizzati ad entrare comunque negli Stati Uniti.
“È ridicolo che a suor Diana, che avevamo sperato potesse intervenireWashington come valida testimone per parlare della situazione sempre più grave dei cristiani sfollati iracheni e di altre minoranze religiose assediate, sia stato impedito l’accesso proprio perché lei stessa una rifugiata…”.
Fonte: http://rt.com/usa/255025-state-department-blocks-nun-isis/
Annunci

Discussione

Un pensiero su “USA negano il visto a suora cattolica che avrebbe dovuto testimoniare sulle atrocità ISIS

  1. Howdy I am so happy I found your site, I really found you by mistake, while I was researching on Aol for something else, Nonetheless I am here now and would just
    like to say thank you for a tremendous post and a all round entertaining blog (I also love
    the theme/design), I don’t have time to look over it all at the minute but I have saved
    it and also added your RSS feeds, so when I have time I will be back to read much more, Please do keep up the great work.

    Mi piace

    Pubblicato da Live Video Streaming Software | 6 luglio 2015, 12:58

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: