//
stai leggendo...
Esteri, GeoPolitica, Guerre, Mondo, Politica

“Se gli Usa continueranno ad interferire, una guerra con la Cina nel Mar Cinese Meridionale è inevitabile”. Global Times

Se gli Usa continueranno ad interferire, una guerra con la Cina nel Mar Cinese Meridionale è inevitabile. Global Times

Seguici su:

 fb yt g+ tw

“Non vogliamo un conflitto militare con gli Stati Uniti, ma se dovesse venire, dobbiamo accettarlo”
Mentre lo scorso anno, dallo scoppio delle ostilità in Ucraina a seguito del colpo di Stato orchestrato da Victoria Nuland, le relazioni tra la Russia e la NATO sono regredite ad uno stato di guerra fredda 2,0, come confermano le innumerevoli intercettazioni di aerei da guerra russi da parte della NATO e viceversa illustrate nella seguente infografica … 

..almeno alla Cina è stato misericordiosamente permesso di restare fuori dalla mischia tra i nemici della guerra fredda.
 
Tutto questo è cambiato questo mese, quando la relazione annuale del Pentagono al Congresso ha presentato la Cina come una minaccia per la pace e la stabilità regionale e internazionale – “per aver sconfinato in modo aggressivo in aree del Mar Cinese Meridionale rivendicate da alleati degli Stati Uniti nella regione, come Filippine, Vietnam e Giappone –  gli Stati Uniti hanno deciso di immischiarsi in un altro battibecco regionale che non li coinvolge direttamente, e hanno iniziato a rumoreggiare contro l’espansione territoriale della Cina in un’area ricca di materie prime.
 
La Cina ha prontamente reagito, minacciando un aereo spia statunitense durante un sorvolo di routine, e subito dopo gli Stati Uniti hanno risposto all’escalation avvertendo Pechino che la costruzione di isolotti artificiali potrebbe “portare al conflitto”.
 
Non intimorita, la Cina ha detto di aver presentato una denuncia contro gli Stati Uniti per un aereo spia statunitense che ha sorvolato le aree contese del Mar Cinese Meridionale in uno scontro diplomatico che ha alimentato la tensione tra le due maggiori economie del mondo.
 
Citato da Reuters , il portavoce del ministero degli Esteri cinese, Hua Chunying, ha confermato che la Cina ha presentato una denuncia e che si opponeva al “comportamento provocatorio” degli Stati Uniti.
 
“Esortiamo gli Stati Uniti a correggere il loro errore, rimanere razionali e fermare tutte le azioni e le parole irresponsabili”, ha detto. “La libertà di navigazione e di sorvolo in nessun modo significa che navi da guerra dei paesi stranieri e aerei militari possono ignorare i legittimi diritti di altri paesi, nonché la sicurezza del trasporto aereo e la navigazione.”
 
In altre parole, la Cina ha imposto un’efficace “no fly zone” per gli aerei spia americani, un radicale cambiamento della sua recente posizione, quando tollerava e chiudeva un occhio sui sorvoli degli aere Usai. Gli USA sono stati esplicitamente avvertiti di non sorvolare la Cina a rischio di conseguenze. 

E se gli Stati Uniti hanno mai sperato di poter ridurre Pechino alla sottomissione e forzare il Politburo a frenare il suo appetito espansionistico, faranno meglio a ricredersi. Il Global Times, un giornale di proprietà del quotidiano ufficiale del Partito Comunista, il Quotidiano del Popolo , ha scritto in un editoriale che la guerra tra la Cina e gli Stati Uniti era “inevitabile” se Washington non smetterà di chiedere a Pechino di fermare la costruzione delle isole artificiali nelle aree contese.
PressTV ha più dettagli :
Una guerra tra gli Stati Uniti e la Cina è “inevitabile” se Washington non smetterà di chiedere a Pechino di fermare la costruzione delle isole artificiali nelle aree contese del Mar Cinese Meridionale.
“Se la linea di fondo degli Stati Uniti è che la Cina deve  fermare le sue attività, una guerra USA-Cina è inevitabile nel Mar Cinese Meridionale,” scrive il Global Times, un giornale influente di proprietà del quotidiano ufficiale del Partito comunista, il Quotidiano del Popolo.
“Non vogliamo un conflitto militare con gli Stati Uniti, ma se dovesse venire, dobbiamo accettarlo”.
“L’intensità del conflitto sarà superiore a quello che la gente di solito pensa come ‘attriti'”, ha avvertito.
Il giornale ha anche affermato che la Cina era determinata a finire il suo lavoro di costruzione nel Mar Cinese Meridionale.
Tali commenti non sono dichiarazioni politiche ufficiali, ma a volte sono lette come un riflesso del pensiero del governo, spiega il blog americani ZeroHedge.
Ancora più importante, servono come avvertimenti agli Stati Uniti che le richieste di un ritiro cinese da quello che la nazione più popolosa del mondo considera ‘il proprio interesse nazionale, si ritorcerà drammaticamente contro e la prossima volta che un aereo spia statunitense volerà sulle isole Spratly potrebbe derivarne un gravissimo incidente diplomatico.
Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: