//
stai leggendo...
Esteri, Politica

MORTA SHIRA, LA RAGAZZINA 16ENNE ACCOLTELLATA AL GAY PRIDE DA UN EBREO ULTRAORTODOSSO

Una ragazza di sedici anni, Shira Banki, una delle sei persone accoltellate giovedì al gay pride di Gerusalemme, è morta per le ferite riportate, ha reso noto la portavoce della polizia Luba Samri.

gaypride Shira Banki

Shira Banki

Seguici su:

 fb yt g+ tw

L’assalitore, un ultraortodosso, aveva già aggredito altre cinque persone a un gay pride del 2005 ed era uscito da poco di prigione, dove aveva scontato dieci anni. Shira Banki, il nome della ragazza di 16 anni morta dopo essere stata accoltellata da un ultraordotosso recidivo, «è stata uccisa perché ha sostenuto con coraggio l’idea che tutti debbano essere liberi di vivere la propria vita in sicurezza e con dignità», ha dichiarato il premier israeliano Benjamin Netanyahu. 

ff

«Non consentiremo che un deplorevole assassinio metta in discussione i nostri valori, i valori da cui dipende la società israeliana. Dobbiamo respingere qualsiasi tentativo di incitamento all’odio e la violenza all’interno della nostra società», ha aggiunto il premier israeliano che questa mattina aveva anticipato politiche di «tolleranza zero» verso estremisti e fanatici, come quelli che due giorni fa hanno dato fuoco alla casa di una famiglia palestinese in Cisgiordania, provocando la morte di un bimbo di 18 mesi. «Siamo determinati a combattere in modo aggressivo questi fenomeni di odio, fanatismo e terrorismo. Negli ultimi giorni abbiamo assistito a crimini orribili – aveva detto durante una riunione del governo, prima della morte di Banki, riferendosi perà anche all’accoltellamento di Shira e di altri cinque manifestanti al Gay pride a Gerusalemme – La nostra politica nei confronti di questi crimini è tolleranza zero».

Fonte

Lo so, sono giorni che i media ne parlano ininterrottamente, e vi annoierà la cosa. Ah, se fosse successo in Russia, pensate…

“Per capire chi vi comanda basta scoprire chi non vi è permesso criticare” (Voltaire). E ADESSO I GAY E I LIBERISTI RIFLETTANO.

Notare il silenzio mediatico sulla vicenda, cercando su google la notizia esce sui siti: Leggo.it e Fanpage, (e altri siti meno conosciuti). Siti che solitamente si occupano di notizie in riga con l'”informazione ufficiale”, goosip e curiosità varie. Nemmeno un giornale nazionale, nemmeno un tg a fiatato sulla vicenda! Eppure i diritti gay sembrano essere (a tutti i costi) il cavallo di battaglia dei governi democratici. Si parla tanto di omofobia, di diritti e poi? niente solidarietà per la piccola Shina, niente slogan. Un silenzio che urla manipolazione e truffa.

MEDIA-GZA

Vedi anche: “È un sacrilegio”, ebreo ortodosso accoltella sei persone al Gay Pride di Gerusalemme

Gli ebrei CERTO che controllano i media

Sì, noi ebrei comandiamo Hollywood (e pure i media, Wall Street e il governo)!

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: