//
stai leggendo...
GeoPolitica, Guerre, Manipolazione

Intervento russo contro il terrorismo in Siria: tutte le dichiarazioni dei media occidentali rivelatesi false

Intervento russo contro il terrorismo in Siria: tutte le dichiarazioni dei media occidentali rivelatesi false

Seguici su:

 fb yt g+ tw

Un drone in Turchia, missile in Iran, truppe terrestri russe in Siria ed altre bugie smascherate.

Rispetto alla propaganda incontrastata del passato, in grado di farvi accettare, passivamente, indicibili crimini contro l’umanità della Nato (Usa e fedeli schiavi), nello scacchiere internazionale di oggi qualcosa di molto importante è accaduto. Più che i nuovi Jet e i nuovi carri armati che esaltano in molti oggi della Russia di Putin, il Cremlino ha compiuto una rivoluzione storica con la costruzione di una rete di informazione – il canale e il sito web Russia Today, presente ormai anche in spagnolo, francese e tedesco – in grado di costruire una forza pari e contraria alla corporation delle menzogne dei media occidentali. Si tratta chiaramente di una fonte di parte, ma, del resto, esattamente come tutte le fonti che leggete ogni giorno. Non esistono fonti imparziali. Quando batte una notizia l’Ansa credete che lo faccia in modo imparziale? Per non parlare, chiaramente, di chi nel nostro paese difende tanto l’Albo dei giornalisti, da Repubblica a Corriere: pensate ancora che quello che leggete su quei giornali sia fonte imparziale? Fonti imparziali non esistono, spetta ad ognuno il dovere morale e la curiosità di porsi domande, cercando risposte tra tutte le fonti esistenti.
Ecco oggi, rispetto al passato, è proprio questa ricerca che è finalmente possibile. Rispetto al passato totalizzante della propaganda di massa che vi ha fatto credere che in Iraq vi fossero armi di distruzione di massa puntate sull’occidente o che Gheddafi fosse il responsabile di un eccidio del suo popolo, queste menzogne possono essere rivelate al mondo attraverso canali che arrivano a milioni e milioni di persone.
In uno dei suoi ultimi articoli, RT si concentra sull’intervento in Siria, mostrandovi le prove delle ultime menzogne raccontateci nei media maistream occidentali contro l’intervento anti-terrorismo dalla forze aeree russe.
Ecco alcuni esempi:
“Un drone è stato abbattuto da aerei da guerra della Turchia, vicino al confine siriano”. Questa la notizia di venerdì scorso, utilizzata dai media occidentali per scrivere che “militari turchi avevano colpito un ‘drone spia russo’ senza mostrare nessuna prova in merito.

“Le fotografie del drone abbattuto pubblicato sui social network con un presunto riferimento allo Stato Maggiore turco sono molto simili a una provocazione dell’informazione molto pasticciata”, ha assicurato un rappresentante del Centro di Tecnologia di San Pietroburgo, il produttore russo di droni Orlan. “Non è chiaro come piloti di aerei da guerra della Turchia possano aver visto il drone prima di abbatterlo [come diffuso da qualche versione dei media]. E ‘quasi impossibile per un’ jet ‘avvertire visivamente questo microapparato”, ha chiarito il rappresentante della società.

RT poi si concentra sui giornali britannici che hanno lanciato l’”informazione” che gli aerei Tornado della Royal Air Force che hanno bombardato obiettivi terroristici in Iraq sono dotati di missili aria-aria e anche i suoi piloti sono pronti ad attaccare ” i “Jet” di Vladimir Putin in caso di minaccia imminente. Mosca ha emesso una richiesta formale di spiegazioni urgenti al Foreign Office britannico. La risposta è arrivata attraverso un blog da parte di un portavoce del ministero della Difesa del Regno Unito che smentiva tutto.
Ma a volte non è nemmeno necessario citare una “fonte militare di alto livello” che vuole restare anonima (un classico della propaganda) per diffamare le azioni della forze aeree russe, i media occidentali possono facilmente distorcere completamente una dichiarazione ufficiale con la semplice aggiunta di una preposizione e il gioco è fatto.
Il ministero della Difesa russo ha riferito che aerei russi Sukhoi hanno distrutto un certo numero di carri armati e lanciarazzi jihadisti nella provincia di Homs, nei pressi della città di Palmira. Lo stesso giorno, il Comando Centrale degli Stati Uniti ha riferito che la coalizione guidata dagli Stati Uniti ha inoltre effettuato attacchi aerei vicino a Palmyra. Questa la notizia. Sapete come è diventata cambiando ‘il’ con ‘per’? Citando un rapporto della televisione siriana, CNN ha dichiarato: “Mosca ha confermato di aver bombardato obiettivi dello Stato islamico nella antica città siriana di Palmyra.” E questo è quello che vi arriva. “Tutti i media mondiali hanno mostrato le conseguenze della distruzione di antichi monumenti in Palmira solo dai terroristi dello Stato islamico. Incolpare il bombardamento russo di Palmyra subito dopo aver mostrato queste immagini è non solo non professionale, ma va oltre l’etica giornalistica “, ha dichiarato il ministero della Difesa russo. “Tutti i messaggi dei media stranieri che riportano che aerei russi hanno effettuato attacchi aerei sulla città di Palmira sono una menzogna assoluta “, ha detto il generale Igor Konashenkov.

A volte è solo una preposizione che varia, ma a volte, prosegue RT, colpisce la disinformazione globale su interi paesi. CNN suggerisce che quattro missili da crociera russi sparati su posizioni della Stato islamico in Siria siano arrivati in Iran, secondo i due “alti funzionari degli Stati Uniti” indovinate un po’ “non identificati”.
Il ministero della Difesa russo ha negato questo ‘rapporto’, se così lo volete chiamare. “A differenza di CNN che usa fonti anonime, vi mostriamo i fatti quasi in tempo reale”, ha detto il portavoce del ministero della Difesa russo Igor Konashenkov. “Ho letto la notizia della CNN di ‘missili cruiser russi caduti in Iran’. E’ la rabbia causata da impotenza? E le fonti di questi riferimenti interminabili del canale [anonimi] sembrano sempre più flebili”, ha scritto il portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zajárova, sulla sua pagina Facebook.
Mosca ha anche invitato i giornalisti occidentali a verificare i dati in modo più professionale dopo che la CNN e il New York Times hanno annunciato che la Russia si stesse preparando per un’offensiva di terra in Siria, secondo fonti (anonime chiaramente) del governo degli Stati Uniti. “Funzionari americani militari hanno detto che oltre 600 truppe russe erano già sul terreno in Siria, senza equipaggio”, ha scritto il quotidiano americano, mentre la CNN ha aggiunto che “le osservazioni formulate dalla intelligence dimostra che l’artiglieria russa, sistemi missilistici e armi pesanti sono in movimento in Siria occidentale”. Subito dopo le operazioni anti-terrorismo russo in Siria, il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato che Mosca non considera la possibilità di effettuare operazioni di terra in quel paese. “Come il nostro presidente ha ribadito, comandare le forze armate per le operazioni di terra è impossibile. L’obiettivo militare della nostra operazione è costituito esclusivamente da supporto aereo alle forze governative siriane nella loro lotta contro lo Stato islamico”, ha detto il capo della l’amministrazione del Cremlino, Sergei Ivanov.
Oggi è possibile far emergere e diffondere al mondo tutto questo. Non è un caso che Emir Kusturica ha sostenuto che “la terza guerra mondiale comincerà con il bombardamento di Russia Today da parte del Pentagono”, perché RT rappresenta oggi uno degli obiettivi più sensibili in quanto ha distrutto “lo stereotipo dei Buoni e dei Cattivi a marchio Hollywood-CNN”. “RT è una vera minaccia alla propaganda di Stato statunitense in quanto raggiunge gli Americani nelle proprie case, in perfetto Inglese, meglio della CNN”. Qualcosa di molto importante è cambiato nello scacchiere internazionale.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: