//
stai leggendo...
Esteri, GeoPolitica, Politica

Eric Zuesse: “Obama sulla Siria non è onesto. Non accetterà elezioni democratiche perché vincerebbe Assad”

Eric Zuesse: Obama sulla Siria non è onesto. Non accetterà elezioni democratiche perché vincerebbe Assad

Seguici su:

 fb yt g+ tw

“Se oggi ci fossero elezioni in Siria sarebbero vinte con un margine enorme da Bashar al-Assad. Anche molti sunniti siriani preferiscono un leader non settario”

Dopo che una risoluzione delle Nazioni Unite ha di fatto abbracciato le proposte russe per il futuro della Siria – con un calendario per un cessate il fuoco a cui farà seguito un’elezione monitorata – lo storico Eric Zuesse scrive come il presidente degli Stati Uniti persegue due obiettivi: sta cercando di “sconfiggere” Vladimir Putin e evitare che ci siano elezioni presidenziali democratiche in Siria. Lo riporta Sputnik international.
Barack Obama ha finalmente riconosciuto che il futuro della Siria potrebbe essere determinato solo attraverso elezioni libere ed eque a livello internazionale sotto una supervisione internazionale. La posizione che Mosca e Assad portano avanti da anni. Tuttavia, il giornalista e storico nord-americano insiste, come l’impegno di Obama sia puramente verbale.
Anche se non lo può ammettere pubblicamente, il presidente degli Stati Uniti, prosegue Zuesse, sta cercando di fare tutto il possibile per “trovare un modo per sconfiggere Putin, e per bloccare lo svolgersi delle elezioni in Siria che Putin persegue”.
La risoluzione Consiglio di sicurezza dell’ONU sulla Siria dimostra che ‘Putin avesse ragione su tutti i punti’, prosegue lo storico nord-americano, che si spinge fino a dire che Obama non è solo interessato a contrastare Russia, ma le politiche del presidente degli Stati Uniti sono in linea con “il pluridecennale sforzo dell’aristocrazia Stati Uniti di prendere il controllo della Russia”.
Elezioni democratiche in Siria significa non avere la testa di Assad. “Ogni elezione libera e giusta ha bisogno del controllo internazionale e, se oggi, ci fossero sarebbero vinte con un margine enorme da Bashar al-Assad. Anche molti sunniti siriani preferiscono un leader non settario, per intenderci non il tipo che la Stati Uniti e le aristocrazie saudite vogliamo imporre lì per sconfiggere la Russia”, ha spiegato.
Washington sa benissimo che questo è lo scenario più probabile. Questo è il motivo per cui la leadership degli Stati Uniti volesse sbarazzarsi di al-Assad per avviare il processo di paese. Fonte
Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: