//
stai leggendo...
Esteri, Manipolazione, Mondo, Politica, Salute, Storia

TRAFFICO DI ORGANI UMANI, IL MALAFFARE DI CERTE COMUNITA’ EBRAICHE.

Una notevole raccolta di casi ricostruiti da Shmarya Rosenberg, ex membro della setta «haredi», che dal 2004  denuncia le ipocrisie e le storture morali, dei super ortodossi con la Kippah. Per rendersi conto di ciò che tratteremo sarebbe utile visitare il suo blog, FAILEDMESSIAH: potrete trovare centinaia e centinaia di casi di rilevanza penale commessi da ebrei. Come  l’abuso sessuale su minori, molto frequente e per lo più mai denunciato né dai media né dalla giustizia, da parte dei maestri del Talmud. Il rabbino Yehuda Kolko, per esempio, che ha molestato sessualmente i suoi allievi per 40 anni, cosa di cui la sua comunità era pienamente a conoscenza dei fatti, ma che non ha mai denunciato, proteggendolo da ogni indagine e negando ogni accusa delle vittime come falsa e inventata.

(Altri casi di abusi denunciati dai siti-news ebraici: ‪‎ISRAELE‬ STA DIVENTANDO SEMPRE PIU’ UN RIFUGIO PER PEDOFILI”Jewish Watchdog Group Challenges Child Sex Abuse TabooRabbi Berland incriminato con l’accusa di violenza sessuale)

eliyahu_ben_haim

Seguici su:

 fb yt g+ tw

Avrohom Mondrowitz, violentatore di minori in USA, che vive da oltre vent’anni indisturbato in Israele protetto dall’aiuto di rabbini, mantenuto dalla comunità hassidica «Ger», e difeso dallo Stato ebraico che non concede l’estradizione. Shmarya Rosenberg denuncia e documenta altri delitti: casi di razzismo ebraico contro negri, infermiere obbligate a procurare aborti al celebre Mount Sinai Hospital (la clinica ebraica più rinomata), madri hassidiche che maltrattano i loro figli su ingiunzione dei loro rabbini. Il tutto giustificato da rescritti talmudici, prontamente citati dai colpevoli e dai loro complici.

ebrei arrestati per traffico di organi

Rimaniamo negli Stati Uniti e ripercorriamo in largo modo le tappe di uno dei più agghiaccianti ed efferati delitti. Un caso allucinante. Alla frontiera tra Messico e California migliaia di persone scomparivano mistriosamente dentro furgoni attrezzati  in cui finivano tagliati a pezzi e venduti sul mercato, dalla mafia del traffico di organi, si diceva. Oggi grazie alla conoscenza di questi scellerati fatti, realmente accaduti, sappiamo chi sono i responsabili e ciò che li animava. Sull’argomento venne steso un muro di censura. Il giornalista Maurizio Blondet fu l’unico che approfondì più di tutti l’argomento in questione in maniera professionale e dettagliata.

Per entrare nel merito del delitto di occultamento doloso di informazioni visto che queste cose nei servili giornali italiani non appaiono, anche in Rete la censura è quasi totale: tutti i motori di ricerca si contendono la palma di leader della censura. La responsabilità dei giornalisti servi made in Italy è gravissima. Andiamo ai fatti. Altro che la certezza della propria superiorità morale, impeccabilità e intoccabilità nutrita dal gruppo umano più ricco e potente del pianeta. Ecco un bell’esempio di fulgida integrità rabbinica di stampo pedofilo. Il più rivoltante degli scandali: il traffico di organi umani, strappati a poveracci per essere trapiantati su ebrei ricchi, in USA e Israele. Nel luglio del 2009, in New Jersey (USA), l’FBI sgominò una rete di criminalità negli ambienti ebraici, effettuando decine di arresti tra cui sindaci, faccendieri e rabbini per corruzione, riciclaggio e traffico di organi umani. Era la vigilia del riposo sabbatico. Fra quanti furono stati arrestati figurarono tre persone chiave di quelle comunità: l’allora 90enne rabbino Shaul Katzin (sospettato di riciclaggio, anche se in Israele si afferma che da tempo ha abbandonato ogni attività); il finanziare Edmund Nahum, noto anche come ‘Nahum il Saggiò, e il rabbino Eliahu Ben Haim, in Israele, indicato come uno stretto amico del rabbino Yaakov Yossef, figlio del fondatore di Shas Ovadia Yossefpartito ortodosso Shas, una delle formazioni più influenti nella politica israeliana.

traffico di organi umani ucraina-israele

E non basta, è possibile intravvedere l’opera della mafia russo-ebraica che aveva piantato solide basi a New York e nel New Jersey. La mafia giudaica trovava i «donatori» involontari. Il tutto sotto la protezione apparente sia dello Stato ebraico, sia dei gruppi ultra-ortodossi, dediti allo studio della Torah. La stampa ortodossa affermò che per motivi di prestigio l’FBI aveva gonfiato ad arte un’operazione, unendo artificialmente tre inchieste che non erano collegate fra di loro: ossia il riciclaggio di fondi, il traffico di organi (che vede come protagonista il rabbino Levy Itzhak Ronsenbaum) e la corruzione di politici statunitensi.

Rabbi_Mengele_2

Fra gli arrestati figuravano anche membri di sette ebraiche ortodosse ashkenazite (di origine mitteleuropea), come i Belz e i Satmar. Ad accrescere la preoccupazione degli ambienti ortodossi in Israele era la possibilità che a quanti fossero stati trovati colpevoli gli sarebbero state comminate pene detentive fino a un massimo di 20 anni. Il New York Post ribattezzò l’evento “Kosher Nostra: in New Jersey, nella terra dei Sopranos“. Tra gli individui arrestati c’erano i sindaci di Hoboken Peter Cammerano, i suoi colleghi di Seacaucus e Ridgefield, il presidente del consiglio comunale di Jersey City, uno stretto collaboratore del governatore John Corzine e cinque leader ortodossi tra Brooklyn e il New Jersey.
La corruzione era il loro sistema di vita. Vendite illegali di organi umani, reni in particolare. L’indagine partì dalle confessioni di Solomon Dwek, un costruttore figlio di un rabbino ortodosso, Israel Dwek, finito nei guai nel 2006 per una truffa da 25 milioni di dollari ai danni di una banca. Intanto però il rabbino Dwek, capo spirituale della sinagoga di Deal (Monmouth County) ripudiò ritualmente suo figlio Solomon, poichè informatore che aveva spifferato tutto alll’FBI per mettere alla luce lo scandalo del traffico illecito di organi umani. Il Talmud vieta che un ebreo dia informazioni ai goym a danno di altri ebrei. Il ripudio avvenne con una cerimonia funebre (come se il figlio fosse morto) davanti alla comunità ebraica locale. Le rivelazioni di Dwek, ebreo sefardita, portarono a scoprire da un lato una vasta rete di riciclaggio internazionale che faceva capo ai rabbini e passava dall’Hudson a Israele attraverso la Svizzera, dall’altro una rete di malaffare i cui protagonisti erano italo-americani: oltre Cammerano, la vicesindaco di Jersey City Leona Beldini, Michael Manzo, investigatore dei vigili del fuoco di Jersey City, Joseph Guarini, candidato al Congresso nel 2006, Joseph Doria, senatore statale e commissario del Community Affairs. La retata dell’FBI e dell’IRS, l’agenzia per le imposte, scatta all’alba del 23 luglio 2009.

*Jul 23 - 00:05*

I documenti legali con le intercettazioni diffusi dalla procura avevano il sapore di un copione cinematografico. In una di queste Cammarano replica a Dwek che gli aveva chiesto aiuto per nuovi permessi edilizi in cambio di cinque biglietti verdi da mille:“Bellissimo. Te lo prometto sarai trattato da amico“. E poi:Ora come ora gli italiani, gli ispanici e gli anziani di Hoboken voteranno per me in blocco. Potrei essere incriminato e vincerei comunque con l’85 per cento“. Nello schema di riciclaggio da tre milioni di dollari (scambiavano gli assegni sporchi di Dwek con denaro pulito) finirono nella rete il rabbino Saul Kassin, 87enne, della sinagoga Sharee Zion di Brooklyn e Edmund Nahum, leader religioso della comunità sefardita di Deal nel New Jersey. Un altro ebreo di Brooklyn, Levy Izhak Rosenbaum, venne accusato di aver indotto individui vulnerabili in Israele a vendere i propri reni per diecimila dollari: un traffico andato avanti indisturbato per ben dieci anni. Levy Izhak Rosenbaum spiegò agli investigatori i suoi metodi: pagava il viaggio a New York a un poveraccio qualsiasi attirandolo con un’offerta falsa di lavoro, poi gli diceva quello che l’organizzazione voleva da lui. Se il malcapitato opponeva resistenza, Rosenbaum metteva sul tavolo un’arma e lo minacciava: «Ormai sei qui. Un contratto è un contratto. Adesso o ci dai un rene, o non torni più a casa». L’offerta variava tra 2 e 10 mila dollari. L’acquirente del rene, tutto contento, sborsava 160 mila bigliettoni verdi.

Levy Izhak Rosenbaum non era l’unico fautore di questo meccanismo orribile, ma l’elemento di una rete criminale vastissima, tutta interna al mondo ebraico, i cui confini restano ancora inesplorati. “Potete definirmi un mediatore“, disse l’arrestato agli investigatori in borghese che lo avevano incastrato. Nonostante il politicamente corretto, l’ebreo è diventato «riconoscibile» in America, e visibile nei suoi lati tradizionali, rivoltanti per la gente comune. C’è scritto nel Talmud (Sanhedrin 57°):  «Un ebreo può derubare un non-ebreo, ma un non-ebreo che deruba un ebreo è passibile di morte. Un non-ebreo che uccide un giudeo va condannato alla pena capitale, ma un ebreo che uccide un gentile è esente da condanna». Tratto da

Articoli correlati

LA CATENA DI MONTAGGIO DEGLI STUPRI

Rabbi Mengele abita a New York

117 BAMBINI VITTIME DELLA PEDOFILIA EBRAICA, MA I MEDIA TACCIONO

NATHAN ABRAMS, IL RUOLO FONDAMENTALE EBRAICO DIETRO LA PORNOGRAFIA

IL POTERE E L’INFLUENZA EBRAICA NEL MONDO

Sì, noi ebrei comandiamo Hollywood (e pure i media, Wall Street e il governo)!

Gli ebrei CERTO che controllano i media

Video CRISTO SECONDO IL TALMUD, CRISTIANI SECONDO GLI EBREI.

T A L M U D: «L’ANTICO TESTAMENTO INCORAGGIA IL DELITTO?»

Le origini ebraiche della Massoneria e l’assalto massonico alla Chiesa

IL POTERE OCCULTO: DA DOVE NASCE L’IMPUNITA’ DI ISRAELE?

Paolo Barnard: COME ASFALTARE CHI OSA NEGARE I CRIMINI DI ISRAELE

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: